EatMe … e mica c’è bisogno di farselo dire!

… che poi, se mio figlio fosse stato femmina, lo avremmo chiamato Alice (e vi prometto che qui sorvolo, su tutta la storia legata al presunto sesso di mio figlio..)… e sarà mica questo il motivo percui, per quanto lo riguarda, non c’è bisogno che sui biscotti ci sia su scritto Eat ME!?

Francy è un mangione … decisamente… ma riconosce palesemente quando ho tirato fuori delle schifezze; le possibilità possono essere almeno un paio: o Francesco è veramente un buongustaio oppure i miei flop culinari … sono veramente dei FLOP con la F (la L, la O e pure la P) maiuscole…
… e mo’ vi racconto…
“Eccola, ora le è presa cosi’, ha comprato pure sale e pepe!!! Francy… diglielo tu a mamma che andava bene pure quando mangiavamo le cose che preparava nonna… ” mio marito è così … ma piu’ fa così e piu’ mi incaponisco, e su sale e pepe di questo mese ho trovato una ricetta che mi ispirava una cifra, torta di banane con cannella e noce moscata… una delizia … A LEGGERLA … “Francy dai… si fa!!”… e ti pare che francesco mi rifiuta un’offerta così allettante? Una di quelle da leccare il mestolo!!!
Ok.. non vi sto a raccontare della ricetta … perchè … è anche a questo che mi riferivo quando parlavo di FLOP … la torta è diventata dei tortini della colazione (e va bene ci puo’ stare), il punto sta’ piu’ nel fatto che i tortini sono risultati buoni si ma “da sbucciare” … una cosa del tipo il sapore è buono ma come mai ha il chewingum intorno?? La prova del nove l’ho avuta stamattina (anche se in realtà mi bastava averli assaggiati ieri mattina) quando ho detto a francy, che stamani faceva colazione da nonna, “Fra’… prendiamo un dolcetto per portare da nonna??” e lui mi ha risposto ” no no mamma, non importa…. ma quando li rifaciamo i biscottini??”
…. e per questo che ho deciso, che se proprio devo fare un post stamattina, è meglio se ne faccio uno meno originale ma con un risultato, quantomeno soddisfacente.
L’atra mattina cercavo una ricettina per dei biscotti giusti giusti per la colazione e le dritte della mia amica Genny mi hanno portato a questa ricetta di Paoletta …
… dunque, io come al solito arrivo a casa, e mi manca questo, mi manca quell’altro.. ma piu’ o meno ci siamo… chiamo Francy e la sua amica Ilaria, ai quali avevo promesso di fare i bioscottini e si parte… io ho rivisto cosi’ la ricetta:
Ingredienti:
485 gr di farina 00
200 gr di zucchero semolato
125 gr di burro (avevo il panetto piccolo… ho dovuto modificare i 200 indicati nell’originale)
65 gr di fecola di patate (ho seguito l’intuito… perchè è un amido vero??)
1 uovo intero e 1 tuorlo
60 gr di yougurt bianco intero (40 gr di panna non ce l’avevo, avevo messo meno burro…)
1 cucchiaino di miele
1 pizzico di sale
4 gr di lievito chimico
1 bacello di vaniglia
Ho impastato bene il burro morbido con lo zucchero (e l’ho “sfregolato” come mi dice sempre mamma per evitare che vengano i grumi), ho unito le uova, poi lo yougurt il sale e i semini della vaniglia.
A questo punto ho incorporato la farina setacciata con la fecola e il lievito.
Ho messo “la palletta” a riposare in frigo giusto quella mezz’ora sufficiente per scaldare il forno e riordinare il disastro che i miei angioletti avevano contribuito a creare…
quindi, passata la mezzora ho steso limpasto di CIRCA i 7 mm indicati e poi… fiorellini, cavallini, cerchietti, stelline… tutto in forno a 180° fino a doratura … olè! è andata è uscito di tutto, persino un cuore grande per l’amichetta dell’asilo (che pero’ erroneamente ha mangiato babbo prima che francy si svegliasse)…
I biscottini erano buoni buoni … davvero … e mica ce l’hanno fatta a dire… MANGIAMI!

Rispondi a SUNFLOWERS8 Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>