"Hombre que trabaja pierde suo tiempo precioso". Guacamole: quando un sabato di "non trabajo" dà i suoi frutti prezioni…. e che frutti!!

Io in Messico non ci sono mai stata. Io non sono neppure mai stata in un ristorante messicano a dire il vero. Neanche ho mai mangiato un avocado pergiunta!
1) non ho mai preso un aereo, sono terrorizzata dall’idea di prendere un aereo!
2) è risaputo che fin da piccola “picanto brucia tanto”… e io e il peperoncino abbiamo qualche difficolà a socializzare;
3) … ok … prima che si corra il rischio che io lanci una di quelle battute allucinanti sull’avocado, sul fatto che non ho mai avuto problemi con la legge ecc ecc… tagliamo la testa al toro… e SABATO HO COMPRATO UN AVOCADO!!!

… Il primo avocado della mia vità!! E’ o non è il frutto tormentone dell’estate?? Opperbacco! Se dev’essere tormentone, tormentone sia… certo meglio questo, che finire a ballare waka waka con le manine giunte e lo shake di bacino… correndo il rischio, trall’altro, di perquotere la gente intorno, con i miei glueti, come dire, invadenti!
(questo è solo un p.s. ma … ultimamente inizio ad accettare di buon cuore il peperoncino, contro ogni mia aspettativa trall’altro… e ho in progetto per agosto, di prendere il primo aereo della mia vita direzione Olanda… quindi, colgo l’occasione  per appuntare qui questa nota… se l’aereo dovesse cadere, visto e considerato che a quel punto io non potrò più farlo, fatelo per me e dite “IO L’AVEVO DETTO” chiudo la parentesi e la smetto di dire cazzate… se ci riesco)

Appurata la serie di “frivolezze” elencate sopra… con alla mano il primo avocado della mia vità, con un occhio alle dita e uno al post di Juls (e uno al librino di ricette vegetariane che m’ha regalato la mia amica Roby… quella dei falafel, dell’ agar agar, e quella che spero non legga mai il post sul pollo alla birra) ben ferma di bacino e con le mani, non giunte bensì munite di coltello e buone intenzioni… dò il via al mio GUACAMOLE

Ingredienti:
1 avocado (non necessariamente laueato e munito di toga)
mezzo limone (non ho trovato il lime mannaggia)
5/6  pomodori ciliegini (o un pomodoro bello maturo)
1 cipollotto bianco freschissimo
mezzo cetriolo
qualche foglia di menta fresca
peperoncino (peppepperepè ho sfatato anche il punto due!)
sale q.b.


Procedimento
(La prima parte è solo per chi non ha mai mangiato un avocado prima di questo momento) Aprire l’avocado, ammirarlo e stupirvi; Assaggiarlo pure… ed esclamare “ah è cosi’? Ganzo! Buono!”; chiamare pure marito e figli all’occorrenza, e far ammirare pure a loro cotanto frutto che non sa di frutto; Non cedere assolutamente alla tentazione di spalmarvelo sulla faccia; riprendete possesso delle vostre facoltà e tornate con la testa alla preparazione del guacamole.

Svuotare l’avocado con un cucchiaio spremervi il succo di mezzo limone (meglio il lime se lo avete) salare e schiacciare con la forchetta il tutto in modo da formare un composto cremoso ma irregolare.
Pelare i pomodorini e togliere i semi e l’acqua,  pulire il cipollotto, e sbucciare il cetriolo. Tritare il tutto finemente e aggiungere all’avocado; aggiungere anche qualche foglia di menta tritata e girare ancora bene il composto …. ah già il peproncino… la ricetta prevede peproncini freschi tritati … io avevo in casa quello in polvere… aggiungere anche quello al composto, nelle quantità desiderate.
Procuratevi un bel sacchetto di tortillas (sempre che non riusciate a farle da voi… io provero’ presto!!)  dateci dentro!!!

Da sapere:
se avrete scelto l’avocado come tormentone estivo sappiate che l’avocado contiene 231  calorie ogni 100 grammi; quindi, se i vostri glutei sono invadenti quanto o quasi quanto i miei, unite i palmi delle mani iniziate a shakerare il bacino e ballate Waka Waka per almeno una mezz’oretta… (soprattutto se insieme al Guacamole avrete mangiato un’ingente quantità di tortillas)

A prescidere dalle calorie dell’avocado, sappiate che questo post e il suo guacamole hanno una morale… soprattutto se fatti di sabato: proverbio messicano “Hombre que trabaja pierde suo tiempo precioso” … e questo sabato… di NON TRABAJO … ha dato i suoi frutti preziosi!!!

Hola!!!

Rispondi a giulia pignatelli Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>