Autunno macigni… e dolcezze energetiche: CROSTATA AUTUNNALE SCROLLA MACIGNI

Passare dal rosa al marrone … a volte è solo una roba cromatica… anche un bel passaggio di toni, se vogliamo… a volte è solo l’autunno che arriva… a volte e in questo caso è un passaggio duro da ingoiare… decisamente duro…

Passare surrealmente da un bel colore pastello ancora non ben definito ad un marrone triste … a volte è solo il corso di una lunga stagione, a volte invece è veramente questione di un attimo…

Facciamo che questo è l’autunno … facciamo che anche stavolta il macigno piu’ grosso, pian piano si scrolla… quel marrone guardiamolo bene… magari è un giallo… le foglie cadono per rinascere poi piu’ verdi e splendenti… e circondarsi prima o poi di nuovo di fiori …

Sposta il macigno, guarda meglio quei toni… e poi una fetta di dolcezza e energia… male non fa… che il tempo passa, il macigno si scrolla… e il marrone torna giallo… prima o poi.

CROSTATA AUTUNNALE SCROLLA MACIGNI

per la Frolla di mamma (è sempre lei!)

  • 300 g. di farina
  • 150 g. di zucchero
  • 150 g. di burro
  • 2 tuorli e un uovo intero
  • una bacca di vaniglia

per la farcitura

  • Nocciole
  • Mandorle
  • Noci
  • Pinoli
  • Uva passa
  • Marmellata di fichi

Preparare la frolla: unire zucchero e farina coi semini di una bacca di vaniglia. Unire il burro ridotto a dadini ancora freddo di frigo e lavorare molto velocemente passandolo tra i palmi delle mani fino a ridurre il tutto ad un composto dall’aspetto sabbioso (fare il tutto molto velocemente, eventualmente fare questa prima operazione anche con un mixer); disporre il composto a fontana e aggiungere i due tuorli e l’uovo intero e lavorare, sempre abbastanza velocemente. Mettere in frigo a riposare per almeno una mezz’ora.

Stendere in una teglia imburrata e infarinata uno strato di frolla h. circa 5 mm; coprire con un foglio di carta da forno e poi riempire lo stampo con dei legumi o dei pesi appositi per la cottura in bianco;  Cuocere in forno per circa 15 min (200°), dopodichè togliere i legumi e la carta da forno e cuocere ancora per 10 minuti.

La base dovrà dorare ma non scurire in maniera eccessiva;

Una volta cotta la base in bianco, togliere dal forno, aggiungere un sottile strato di marmellata di fichi, riempire poi tutta la crostata con frutta secca (noci, pinoli, nocciole mandorle e uva passa) e poi aggiungere nuovamente sopra un altro sottile strato di marmellata di fichi.

Infornare nuovamente e cuocere per altri 5 minuti a 180°.

e questa perdonatemi, è tutta per me… che è entrata in casa, insieme all’autunno…. su di una foglia giallo sole, in mezzo a tante marroni.

Rispondi a genny Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>