Aveva detto zucca, zucca porro e melograno!

“Se non ricordo male aveva detto zucca gialla, porro e melagrana” più o meno è questo che ho pensato ieri, prima di pranzo, quando la mia dolce amica di sempre mi ha chiamata per confermarmi che sarabbe passata a pranzo!! Io la adoro lei, anche se racconta a tutti che all’età di sedici anni andavo in discoteca con la bandana viola in testa (ecchessarammai…. a sedici anni adesso si diventa EMO, allora io ero solo un po’ deficiente!)… comunque, dicevamo, “la mimma” viene!!
Appurato lì per lì per telefono che non ama la platessa (certo anche io, compro la platessa senza sapere se gradisce, quella piace giusto a me!) apro il frigo guardo il cestino sul tavolo… e mi tornano in mente le parole di mio fratello che martedi scorso raccontava di una serata con l’Assocciazione Cuochi Valdarno parlava di un risotto lui, ma ti pare che una robina così non vada bene anche con delle mezze penne al farro.

Oh… erano buone eh! Peccato per il mio pezzettino che tornato da scuola con febbre tosse e mal di pancia non sia riuscito neanche a mangiarne tre… La “zia” invece ringrazia… perchè quel che non ha mangiato il piccino… è toccato tutto a lei!!!

MEZZE PENNE DI FARRO CON ZUCCA GIALLA, PORRO E MELAGRANA (IN CIALDA DI PARMIGIANO)

Ingredienti (per 3 persone):
250 g di mezze penne al farro
1 porro
300 g di zucca gialla
un rametto di rosmarino
i grani di un quarto di una melagrana grossa
olio extravergine di oliva
sale e pepe q.b.
parmigiano reggiano grattugiato q.b. al vostro padellino antiaderente

Procedimento:
Scaldare poco olio in una pentola a pressione, con la parte bianca di un porro tagliato grossolanamente ad anelli; lasciare indorare.
Tagliare la zucca a cubetti e metterla ad insaporire nella pentola insieme al rametto di rosmarino, lasciando insaporire per qualche minuto;
con uno spremiaglio o con un passapatate (una centrifuga sarebbe l’ideale, ma anche troppo impegantiva per cosi’ poco liquido!) spremere i grani di un quarto di melagrana fino ad estrarne il succo; sfumare la zucca con il succo di melagrana, aggiungere sale e pepe a piacimento, 50 ml di acqua, chiudere la pentola a pressione e lasciar cuocere per circa 5/6 minuti dall’inizio del sibilo.
Frullare con un frullatore ad immersione la zucca cotta col porro e  il succo di melagrana fino ad ottenere una crema vellutata.
A parte bollire dell’acqua e sale per portare a cottura le mezze penne al farro (in base al tempo di cottura indicato).
Mentre la pasta cuoce, preparare la cialda di parmigiano: scladare bene la padella antiaderente e quando sarà ben calda mettere uno strato di parmigiano grattugiato (a coprire un cerchio in modo uniforme) lasciar cuocere per qualche secondo fin tanto che con una spatolina non si sarà in grado di staccare la cialda dal bordo; staccarla, adagiarla in una ciotolina da calda e farla raffreddare in quella posizione, che la cialda stessa assumerà.
Nella padella dove si è fatta la cialda versare la crema di zucca, e saltarvi insieme la pasta al momento che avrà raggiunto il giusto punto di cottura.
Servire le mezze penne all’interno della cialda con alcuni grani di melagrana.

Rispondi a symposion Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>