Cioccolato, panna e fragole… tutti e tre vicini vicini… in un rotolo!

Mentre caricavo le foto della torta di stasera, m’è tornata la mente alla torta spostamacigni di un anno esatto fa… Urca, ho pensato… certo che la fantasia qui proprio non ci manca… ad un anno esatto di distanza, nella stessa ricorrenza… di nuovo una torta, ma questo è normale, di nuovo del cioccolato, delle fragole e della panna!

Boh, forse è un caso, forse è solo che questa data dista poco da Pasqua e dalla uova di cioccolato avanzate… sarà che ci si avvicina al periodo delle fragole… e che se dico fragole o dico cioccolato, beh allora dico panna per forza.

Beh, in effetti forse non è neanche un caso… o forse si, ma forse non importa… quel che importa è questi tre ingredienti CI ricordano, noi tre qua, vicini vicini stretti in un rotolo per l’occasione. Il cioccolato: forte e deciso ma decisamente dolce; la fragola: rossa dolce e tondina… e la panna(il pannino):morbido e candido ma soprattutto “che se dico fragola e dico cioccolato dipo per forsa anche panna!”

… Sapete che vi dico, questa torta già è stata un successone a tavola … ma vista cosi’ mi piace ancor di più!! Si, decisamente!!

TORTA ROTOLO ALLA VANIGLIA CON CREMA AL CIOCCOLATO FRAGOLE E PANNA.

per la pasta biscotto:

5 uova
100 g di farina
140 g di zucchero semolato
10 g di miele
semi di mezza bacca di vaniglia

per la crema pasticcera al cioccolato:

2 tuorli d’uovo
1/2 lt di latte
mezza bacca di vaniglia
140 g di zucchero
50 g di farina
avanzi di uovo di pasqua (a piacimento, in base a quanto si vuole cioccolatosa la crema)

per farcire:
1/2 lt di panna fresca
qualche fragolone
avanzi di uovo di pasqua

Preparare la pasta biscotto, come da procedimento trovato qui, è spiegato perfettamente, riporto per questo abbastanza fedelmente i passaggi da fare (e la riuscita è garantita!):
Dividere i tuorli dagli albumi e sbattere i tuorli per almeno 10 minuti assieme a 90 gr di zucchero, al miele e alla vaniglia fino a che non diventino chiari e molto spumosi.
Montare gli albumi a neve non troppo ferma (in modo che non si formino grumi quando li unirete ad altri ingredienti ) assieme ai 50 g  di zucchero restanti, quindi unire i due composti con una spatola senza smontarli. Aggiungere la farina setacciata molto delicatamente ed amalgamarla.
Stendere l’impasto su di un foglio di carta forno e livellatelo con una spatola piatta e liscia (se non l’avete potete usare un coltello liscio molto lungo per compiere questa operazione) fino a raggiungere lo spessore di 1 cm. Infornare in forno statico già caldo a 220° per 6 minuti; la superficie del dolce deve diventare appena dorata e non dovrete mai aprire il forno che tratterrà al suo interno l’umidità. Estrarre la pasta biscotto dal forno, toglierla immediatamente dalla teglia, poggiandola con tutta la carta forno su di un piano. Spolverizzare subito la superficie della pasta biscotto con dello zucchero semolato (servirà a non farla appiccicare) e sigillarla immediatamente con della pellicola, ripiegandola anche sotto i lati in modo che la pasta biscotto  , raffreddandosi, trattenga al suo interno tutta l’umidità che servirà a renderla elastica e l’aiuterà a piegarsi senza creparsi. Quando la pasta biscotto sarà fredda togliere la pellicola, e passare alla farcitura.

preparare la crema pasticcera al cioccolato:
Aprire la mezza bacca di vaniglia e disperderne i semini all’interno del latte; unirvi anche la bacca e mettere sul fuoco fino a portare ad ebollizione.
Setacciare insieme zucchero e farina in una ciotola. Una volta che il latte ha raggiunto il bollore, spegnere e unire piano piano a farina e zucchero, lentamente a filo girando bene in modo da scioglierli bene senza formare grumi; A parte sbattere le uova con lo sbattitore.
Unire i due composti e rimettere sul fuoco, riportare a bollore e lasciar bollire per altri 3 minuti sempre girando bene. Aggiungere il cioccolato in pezzi e sciogliere bene girando. (la quantità di cioccolato da aggiungere alla crema puo’ essere regolata in base a quanto si vuole che la crema sia cioccolatosa!) Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.


Una volta che la pasta biscotto si sarà raffreddata, togliere la velina e iniziare a farcirla (anche la crema dovrà essersi freddata). Se necessario, togliere via con un pennello, lo zucchero semolato messo in precedenza; stendere la farcia sulla superficie della torta e arrotolare. chiudere in della carta alluminio e riporre in frigo per almeno una mezz’ora.

Montare la panna con poco zucchero (anche senza volendo, il resto della torta è già abbastanza dolce) e ricoprire con essa tutta la superficie della torta; farlo in maniera disordinata darà alla torta un aspetto un po’ vintage che io ho molto apprezzato (e faciliterà non poco la lavorazione!)

Infine decorare con delle fragole immerse per metà nel cioccolato fuso.

p.s. come dice la mia amica, la fragola cioccolatosa fa sempre la sua porca figura… sapete che vi dico… ha ragione!!!

p.p.s. UH!!! stavo per scordarlo…AUGURI AMORE MIO!!!

Rispondi a Terry Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>